Granada e l'Alhambra

Granada è una capitale moderna

Con i suoi 270.000 abitanti Granada è capoluogo di provincia e sede di una delle piu grandi università della Spagna, fondata da Carlo V nel 1526. Gli oltre 50.000 studenti universitari e un ambiente giovanile contribuiscono a dar vita alle stradine, alle caffetterie, alle terrazze, ai pubs e ai bar con un'ampia scelta di 'tapas'. Granada offre un gran numero di attività culturali:

Granada e il suo incanto

Granada ha giocato un ruolo importante nei capitoli piu decisivi della storia spagnola. Il periodo della dominazione araba, che costituisce l'elemento storico per eccellenza, ha lasciato al mondo uno dei suoi monumenti piu preziosi: l'Alhambra e i giardini del Generalife. Le impronte del periodo rinascimentale sono visibili nella Cattedrale, nella Cappella Reale dove sono sepolti i Re Cattolici, nella Cartuja, nel Monastero di San Jerónimo e in numerose chiese e palazzi.

Le stradine ciottolate di Granada

L' Albayzín , il quartiere piu antico di Granada, si estende su una collina opposta all'Alhambra. Un sali-scendi di stradine tortuose e ciottolate, che sboccano in piazzette, in un 'aljibe' (antica cisterna d'acqua) o in un belvedere che si affaccia sull'Alhambra... Magico! Un insieme di Case bianche con cortili o giardini e con fontane, case dallo stile arabo e mediterraneo...
L'Alcaicería,  rappresenta un bazar arabo con i suoi archi moreschi e le sue colonne marmoree.
La sempre affollata Plaza Nueva è un luogo indimenticabile, mentre le terrazze del "Paseo de los Tristes" che sembrano quasi toccare l'Alhambra sono posti per rilassarsi, approfittando della vista meravigliosa.
Il Realejo è il quartiere un tempo abitato dagli ebrei.
Nelle grotte del Sacromonte, abitate da gitani, è possibile ascoltare, vedere, ma soprattutto vivere il flamenco.

Attività esterne, sentieri per pedoni attraverso la sierra Nevada

Anche nelle vicinanze di Granada c'è molto da fare: la Stazione sciistica di Pradollano (aperta da Novembre ad Aprile) si trova sulla Sierra Nevada a soli 33Km da Granada.

Inoltre è possibile godere delle spiagge della Costa Tropicale, dei bianchi villaggi di montagna de Las Alpujarras, delle case-grotta di Guadix che si trovano ad un'ora in macchina da Granada. Visitate anche Siviglia, Cordova, Malaga, Almeria...

Scuola di lingue nel centro della città.

La Escuela Delengua si trova nel cuore di Granada, accanto a Plaza Nueva e ai piedi dell'Albayzin. Ottima localizzazione garantita!

Media dei prezzi a Granada

Qui trovi una lista della media dei prezzi a Granada. Ti può aiutare a pensare ai mezzi economici di cui dovrai disporre durante il tuo corso a Granada. Considera che questi sono dei prezzi orientativi e che possono cambiare da una zona all'altra della città.

Uscire per Granada...

  • Una birra in un bar(+ una tapa gratis)= 1.60- 2.00 EUR
  • Un bicchiere di vino in un bar= 2.00 EUR
  • Ingresso in una discoteca = 6.00 EUR (normalmente la prima consumazione è inclusa)
  • Ingresso al cinema= 4.50-5.00 EUR (Tutti i mercoledì = 4.00 EUR)
  • Biglietto del pullman urbano (sono anche disponibili abbonamenti più economici)= 1.20 EUR

Bere e mangiare a Granada

  • Un bottiglia di birra (1 litro) = 1.10 EUR
  • Una bottiglia di acqua (2 litri)= 0.40 EUR
  • Una baguette = 0.60 EUR
  • Un cartone di latte = 0.80 EUR
  • Una tazza di caffè/te = 1.20 EUR
  • Pane tostato per la colazione= 1.00 EUR
  • Un gelato = 1.50 EUR
  • Un panino = 3.40 EUR
  • Menù del giorno (3 portate di cucina spagnola) = 8.00 EUR

Biglietti d'ingresso

  • Ingresso alla Cattedrale = 4.00 EUR
  • EUR Ingresso all'Alhambra = 14.00 EUR (biglietteria) 15.40 EUR (in linea)
  • Ingresso all'Abazia del Sacromonte = 4.00 EUR

Shopping a Granada

  • Un paio di jeans = 20.00 EUR - 35.00 EUR
  • Una maglietta = 5.00 EUR - 9.95 EUR
  • Un paio di scarpe = 10.00 EUR - 30.00 EUR
  • Quotidiani internazionali = 2.00 EUR

Festività a Granada

1 gennaio: Festa di Capodanno

2 gennaio: Festa della riconquista di Granada da parte dei Re Cattolici

La gente di Granada festeggia la riconquista della città da parte dei re cattolici. L'assessore più giovane della città porta lo stendardo della Castiglia e saluta la gente dal balcone del Comune. Oltre a questa chiara allusione alla conquista della città, in questo giorno una processione civile sfila per Granada portando lo stemma dei re cattolici, lo scudo della città e le capitolazioni. Questa festività, che si celebra dalla morte di Ferdinando il Cattolico, è senza dubbio una della celebrazioni più tradizionali di Granada.

5 gennaio: Festa dei Re Magi

La sera del 5 gennaio c'è una grande sfilata per la città e i re magi, sui loro cavalli, distribuiscono dolci e caramelle ai bambini di Granada. I bambini ricevono i regali dai re magi in questa notte.

6 gennaio: l'Epifania

La gente festeggia l'arrivo dei re magi e l'adorazione della nascita di Gesù. Questo giorno è vacanza nazionale: i bambini giocano con i regali che hanno ricevuto la notte precedente.

7 febbraio: pellegrinaggio dall'Abazia di San Cecilio

San Cecilio è il patrono di Granada e la giornata si celebra con un pellegrinaggio nel Sacromonte, con balli e pranzi all'aperto. Nell'Abazia del Sacromonte si possono visitare le sacre grotte dove, secondo la tradizione, furono martirizzati i primi 7 successori degli apostoli, fondatori della Chiesa di Granada.

Dal 26 febbraio al 5 marzo: Carnevale

La gente si maschera e festeggia il Carnevale per le strade della città.

28 febbraio: Festa dell'Andalusia a Granada

È vacanza nazionale e si ricorda il 28 febbraio del 1980 quando la gente manifestò per le strade di Granada acclamando autonomia e libertà.

Dal 9 al 16 aprile: Pasqua

La Pasqua è uno degli eventi più pittoreschi e tradizionali a Granada. Durante la Settimana Santa le distinte confraternite organizzano processioni per la città: le più famose sono quella del Cristo della Consolazione, del Cristo dei Gitani, dell'Alhambra e del Silenzio.

14 aprile: Venerdì Santo

La gente ricorda la crocifissione e la morte di Cristo.

1 maggio: Festa del lavoro

È vacanza nazionale e si ricorda il primo maggio del 1886, quando i sindacati di Cicago organizzarono uno sciopero per rivendicare la giornata lavorativa di 8 ore.

3 maggio: Festa delle Croci

Nel giorno delle croci gli abitanti dei diversi quartieri costruiscono delle croci, colorate e fiorite, che verranno premiate al termine della festa. Le strade si popolano di gente che festeggia ballando la sivigliana e bevendo vino.

26 maggio: Festa di Marianna Pineda

Marianna Pineda era una rivoluzionara di Granada che fu condannata a morte dal re Ferdinando VII per aver decorato una bandiera per i liberali. In questa giornata si organizzano balli ed eventi culturali.

Dal 11 al 18 giugno: Fiera del Corpus Christi

La festa del Corpus Christi nasce all'epoca del concilio di Trento e raggiunge l'apice del suo splendore nel XVII e nel XVIII secolo durante il periodo Barocco. L'importanza del Corpus a Granada è legata agli sforzi che furono intrapresi per cristianizzare la popolazione dopo otto secoli di presenza araba. I re cattolici fecero tutto il possibile perchè la festa del Corpus si stabilisse a Granada e la gente la apprezzasse. Di fatto è da sempre una delle feste più aspettate dai granadini per l'allegria che si vive in quei giorni.

28 giugno: San Pedro, festa dell'Albaicín

I pellegrini salgono all'Ermita di San Miguel con i cavalli o con dei carri decorati.

15 agosto: Assunzione

Si celebra l'Assunzione di Maria al Cielo. Si festeggia con processioni e donando fiori alla Vergine.

15 e 24 settembre: Festa di Nostra Signora delle Pene

Si celebra la Santa patrona di Granada, la Vergine delle Pene. L'evento più importante della festa è la processione, ma parallelamente si svoglono mercatini tradizionali con frutti autunnali, tipiche paste all'olio, dolci o salate.

Dal 23 al 30 settembre: Festa di San Miguel

Si festeggia per tutto il fine settimana con concerti di musica, balli, orchestre, fuochi d'artificio e tornei di calcio.

12 ottobre: Festa della Spagna. Nostra Signora del Pilar

Si festeggia il giorno della scoperta dell'America da parte di Cristoforo Colombo nel 1492.

1 novembre: Festa di Ognissanti

È il giorno per ricordare tutti i santi. La Chiesa vuole ricordare tutti quei Santi i cui nomi non sono riportati nel calendario.

6 dicembre: Festa della Costituzione

Si celebra la rettifica della Costituzione

8 dicembre: Festa dell'Immacolata Concezione

Si celebra la Vergine e l'Immacolata Concezione.

25 dicembre: Natale

Si celebra la nascita di Gesù.

31 dicembre: Capodanno

A mezzanotte la gente si ritrova nella Piazza del Comune per mangiare 12 chicchi di uva al suono dei 12 rintocchi dell'orologio. La festa continua per tutta la notte.